logo testata
italiano english deutsch français espanol
Home page Dove siamo Contatti Links Ricerca avanzata
Averla
L'Averla maggiore (Lanius excubitor, Linnaeus 1758) è un uccello della famiglia dei Laniidae, che è possibile osservare in Italia.


Sistematica

L'Averla maggiore ha10 sottospecie, da non confondersi con l'Averla meridionale (Lanius meridionalis, Temminck 1820), che fino a poco tempo fa alcuni autori considerevano una sottospecie del Lanius excubitor.

Aspetti morfologici

Tra le averle è quella più grande, la taglia media di questo uccello è di 24 cm di lunghezza ed un peso di 55 grammi, ha un petto di colore bianco, ali nere con una macchia bianca, capo e dorso di colore grigio, ed una maschera facciale di colore nero.

Distribuzione e habitat

L'Averla maggiore nidifica nei paesi più a nord dell'Europa, per poi svernare nei paesi più a sud, Italia compresa, fino ad arrivare in Africa del nord. Il suo habitat è simile a quello di quasi tutte le averle, ambienti agricoli, e vicino alla boscaglia, è possibile osservarlo in appostamento su rami bassi, da cui individua le prede che può catturare anche al volo.

Cibo e alimentazione

Si nutre come le altre averle di grossi insetti, piccoli uccelli, e qualche piccolo rettile. Quando le prede abbondano le usa infilzare in spine, per poi andare a prenderle quando ha fame.

Riproduzione

Fa nidi in bassi cespugli, in cui depone dalle 4 alle 7 uova, che si schiudono dopo 16 giorni, per lo svezzamento dei piccoli bisogna aspettare tre settimane.
Comune: Barengo
Un esemplare Un altro esemplare
 
Dove comprare
Dove mangiare Dove dormire
 
 

 
 
 
> Cerca
nella categoria: Natura
> nel comune di:
 

 

BARENGO - BOCA - BOGOGNO - BRIONA - CAVAGLIO D'AGOGNA - FARA NOVARESE - GHEMME - MEZZOMERICO - ROMAGNANO SESIA - SIZZANO - SUNO
news
  territorio  
  natura  
  arte  
  cultura  
  tradizioni  
  prodotti tipici  
  vini  
  vini   Concorso fotografico
     
 
Creatività Grafica Engineering by Multimedia sas